IL GRIFO RITROVA CALORE IN LOMBARDIA

18 marzo 2017, 12:41

 

Tifosi genoani alle porte dell’hotel che ospita la squadra nel centro di Milano, mattina e sera, per intercettare i giocatori e spronarli a tenere botta in un periodo difficile nonostante i miglioramenti registrati. Nuovi simpatizzanti trovati sulla strada, soprattutto  bambini, fidelizzati negli incontri spontanei a margine degli allenamenti sostenuti in Lombardia (a proposito: l’Ac Casalmaiocco valuta l’adesione al progetto giovani del Genoa Future Football), dove la squadra si è allenata giovedì e venerdì. Dopo la partenza anticipata di un giorno, il Genoa ha trovato, un po’ a sorpresa, tanto calore e dimostrazioni di affetto fuori Liguria, al di là delle visite rincuoranti del presidente e della famiglia Preziosi, che si sono stretti intorno a mister Mandorlini e al gruppo a pranzo, cena e in occasione degli allenamenti.

 

Un bel modo di avvicinarsi alla sfida di stasera allo stadio Meazza contro una grande squadra come il Milan, superato nella gara di andata al Ferraris pure con un pizzico di buona sorte, mancata invece a lungo in questo faticoso girone di ritorno. Venticinque anni fa proprio oggi, il Genoa metteva a segno, in una doppia sfida contro il Liverpool nei quarti di Coppa Uefa, una impresa passata alla storia. Primo club italiano a vincere nella tana dei reds ad Anfield Road in una competizione internazionale. E chissà che questo ricorso possa essere bene augurante per la partita con i rossoneri, preparata con meticolosità a livello tattico. Questa mattina intanto si è tenuta una riunione tecnica per il team, poi solo riposo prima del trasferimento allo stadio. Duecento i supporter presenti nel settore ospiti.