UN BEL GENOA S’INCHINA NEL FINALE

24 settembre 2017, 17:21

 

Un gran bel Genoa cede solo nel finale (1-0) dopo aver accarezzato la possibilità di cogliere un pari meritato al Meazza. Nel primo tempo l’Inter piazza una partenza sprint e dopo nemmeno un minuto porta Perisic alla conclusione (alta). Il Grifo si prende una decina di minuti per studiare l’avversario, serra le fila e piano piano esce dal guscio. I nerazzurri gestiscono spesso palla, i ragazzi di mister Juric chiudono bene le linee di passaggio. E iniziano a rendersi pericolosi. L’intera squadra si alza con maggior frequenza e convinzione e Handanovic prima trema sulla girata di testa di Pellegri (fuori bersaglio) e poi deve volare per togliere dalla porta un destro velenoso di Taarabt. Il palo colpito dalla parte opposta da Brozovic proprio allo scadere regala un ultimo sussulto prima del riposo e manda in archivio una frazione sostanzialmente equilibrata nel gioco e nel risultato.

Nella ripresa iniziano decisamente meglio i rossoblù, che con Laxalt vanno vicinissimi al vantaggio in apertura. Il possesso palla dei nerazzurri non crea grattacapi e cozza contro il muro geometrico di Zukanovic e compagni decisamente sul pezzo. E quando non basta ecco Perin a chiudere la porta in faccia a Icardi e soci. Il Genoa si difende bene e riparte meglio. Omeonga prima impegna Handanovic, poi per un soffio non trova un compagno a centro area per il colpo vincente. Alla fine è proprio il Vecchio Balordo a creare forse le occasioni migliori. Ma il calcio a volte è impietoso. Quando il pari sembra ormai scolpito nella roccia ecco la zuccata di D’Ambrosio, in mischia sugli sviluppi di un corner, a condannare il Grifo a un brusco risveglio. Nei minuti finali ci sarebbero anche le forze per provare a raddrizzare il timone, ma l’uscita di Veloso e le espulsioni di Omeonga e Taarabt (tra i migliori in una prova collettiva di spessore) tarpano le ali alle speranze. Game over.