Solstizio d’estate. Un giorno di luce. Le porte del paradiso si aprono. Il 21 giugno del 1981 il Genoa batte (2-0) il Rimini e conquista la sesta promozione nella sua storia. La terza con Gigi Simoni: una da giocatore, due da tecnico. E’ di nuovo Serie A. Bye-bye purgatorio. La penitenza è durata tre anni. Odorizzi nel primo tempo, Boito nella ripresa sigillano il risultato con il mastice. Davanti ai 50mila di Marassi, la festa è fragorosa. Poi caroselli, cortei. Il suono delle sirene delle navi. Un girone di andata in sordina. Una marcia da cavalleria rusticana al ritorno. E’ il Grifone di Martina e Testoni, del giovane Nela e capitan Onofri. Di Corti, Lorini, Caneo, Russo, Manfrin, Todesco. E del ‘poeta del gol” Claudio Sala. Nella giornata precedente, la Nord in trasferta aveva vissuto, col cuore in gola, la vittoria sul campo dell’Atalanta. Le orecchie incollate alle radioline per le notizie provenienti dall’Olimpico dove si giocava Lazio-Vicenza. Chiodi sbaglia il rigore decisivo. Il Genoa mette la testa avanti.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Genoa
- VS -
Benevento
20-08-2022 20:45