Una notte impossibile da dimenticare. Primi in Italia ad accendere la fiamma della vittoria, in una competizione internazionale, sul campo di sua maestà il Liverpool. Favole nel regno delle favole. La Nord e la Kop. Due facce di una medaglia coniata con la passione per il football. Dopo il 2-0 dell’andata al Ferraris (Fiorin, Branco), il Genoa si impone 2-1 ad Anfield nel ritorno dei quarti di Coppa Uefa. E’ una data scolpita nella pietra: 18 marzo 1992. “All’inizio subimmo” disse Bagnoli. “Un attacco continuo” mise il piede Torrente. Il vantaggio del Pato: cross di Ruotolo, spizzata di Skuhravy. Il pareggio di Rush. Braglia para le mosche. E poi. Fuga per la vittoria. L’appoggio di Eranio, doppietta di Aguilera. I charter gonfi di orgoglio al rientro. Un inno alle tradizioni. L’omaggio al Grifone delle origini. A chi praticava il football quando altri, vero GioanBrerafuCarlo?, utilizzavano i piedi solo per allacciarsi le scarpe.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Genoa
- VS -
FC Sud Tirol
08-12-2022 15:00
Stadio Luigi Ferraris