Oltre duecentocinquanta presenze con la maglia rossoblù portano a sentire il Grifone sulla pelle e la dicono già tutta. Senso di appartenenza, il perno su cui ruotava quella squadra di assi negli anni Novanta. Punizioni trasformate da distanze siderali, una catapulta per lanci precisi o tiri al fulmicotone. La risposta italiana ai tre ‘dedos’ di Claudio Branco. Un simbolo del Genoa nato a Verona, e non è l’unico manco per un po’. Un 10 gennaio per la precisione. Tanti auguri a Mario Bortolazzi che ha vestito la casacca del club più antico in Italia per otto stagioni. Dal quarto posto, alla semifinale di Coppa Uefa, fino alla vittoria dell’Anglo-Italiano nel tempio di Wembley. Una vera e propria era della storia del Vecchio Balordo. In precedenza aveva difeso i colori dell’Hellas, dentro una carriera che lo ha portato in club importanti e si è arricchita della medaglia nei quadri tecnici della Nazionale.

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Ascoli
- VS -
Genoa
11-12-2022 15:00