Cartoline da San Siro. In una domenica da ricordare per la vittoria, un periodo da dimenticare per l’emergenza. Le immagini scattate a fine partita possono essere spedite ai posteri con il francobollo, chissà che basti a evitare il rischio di un crack digitale, per rendere l’idea di dove arrivi la bellezza del calcio e dello sport. In uno stadio deserto, la forza di un messaggio esplosivo. Una scena che resterà nella storia. I giocatori a rendere tributo ai tifosi sotto il settore ospiti, immaginandoli lì. Un colpo di genio di mister Nicola che ha inseguito Criscito e compagni a uno a uno, dopo i complimenti per la prestazione. “Andate laggiù, in fondo…”. E in fondo sono andati. Sguardi e pugni in alto. Mani a spellare applausi. Nella pancia del Meazza, dopo una vigilia in cui aveva parlato di simbiosi tra la squadra e i genoani, il tecnico ha aperto le virgolette e messo i punti. Dopo i tre in tasca: “Abbiamo immaginato come se fossero stati qui, vicino a noi. Un gesto dedicato alla nostra gente che ci sta dando tanto. E’ stata una maniera per salutarli, sia pure a distanza, quando invece la distanza tra noi e loro, nelle nostre teste, non esisteva…”.

 

 

 

NEWS CORRELATE