Sabato, Begato 9 Stadium, ore 15. Avversaria, la Spal. La testa è già all’esordio nel campionato Primavera 1 Tim 2020/21. Il tecnico del triplete, Luca Chiappino, dopo il test con il Molassana (4-1 con doppietta del neo acquisto Estrella), alza il coperchio e getta l’occhio. A disposizione ha diversi giocatori cresciuti nella filiera rossoblù. Sotto il suo sguardo, tra le mani dei colleghi. “Il gruppo dei 2002 conta su buone individualità. Senza punte forse di eccelsa qualità, è storicamente un gruppo coeso, affidabile sotto l’aspetto della performance. La prestazione la fa, al di là del risultato. Questa è una garanzia. E’ sempre il campo, poi, a parlare”.

Una vita fa. Sei mesi senza partite ufficiali sono un bel pezzo di strada nel calcio. “Abbiamo iniziato la preparazione il 1° settembre: siamo un po’ in ritardo sotto l’aspetto fisico. Ci alleneremo giocando in un torneo iper competivo. A parte le big, con 3 retrocessioni su 16, tutte siamo a rischio. Abbiamo fatto due amichevoli e stiamo inserendo i nuovi. Dopo la pausa c’è voglia di ricominciare, la curiosità di vedere a che punto siamo. La Spal è una squadra di valore, piena di talenti stranieri. La conosciamo dai tempi della sfida play-off U17. E’ un club che investe nei giovani e, se non sbaglio, ha preso Moro dal Padova. Il nostro ex”.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Parma
- VS -
Genoa
05-02-2023 16:15