Non è mai finita, anche quando sembra non voler entrare, bisogna gettare il cuore oltre l’ostacolo. Contro l’Empoli, la Primavera lo ha dimostrato ancora un volta. Nonostante i 120 minuti giocati mercoledì a Firenze, i Grifoncini di mister Chiappino tirano fuori gli artigli all’ultimo e arpionano un risultato che sembrava stregato. Al Monteboro di Empoli è andato in scena l’ultimo match del 2019 del Campionato Primavera 1 TIM. Continuano le assenze pesanti in distinta. Ancora priva di capitan Bianchi e Kallon per infortunio e di Cleonise e Rovella, in pianta stabile con la prima squadra. Ma la prestazione è stata di quelle giuste. Alla mezz’ora l’opportunità di passare avanti è triplice: prima con Zennaro dal limite, poi con l’incornata di Serpe, infine con la zuccata di Klimavicius. Nessuno dei tre tiri però centra lo specchio. Al 56′ sono i padroni di casa a portarla dalla loro. Cannavò di testa da corner la mette alle spalle di Drago. Passano due minuti e la possibilità di pareggiare è servita su un piatto d’argento. Calcio di rigore. Si prende la responsabilità capitan Piccardo, ma il portiere empolese intuisce. Svantaggio e penalty neutralizzato, la mazzata psicologica potrebbe essere tremenda. Macché. La voglia di riprenderla è molto più forte. Ed ecco che il gol arriva all’ultimo secondo. Mischia in area, il più affamato di tutti è Besaggio, che insacca. Pareggio in rimonta, arrivederci al prossimo anno.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Parma
- VS -
Genoa
05-02-2023 16:15