Rispetto per il passato, attenzione verso il presente, sguardo puntato al futuro. Il ‘Vecchio Balordo’, capace di allungare occhi e sensibilità in direzione della “linea verde”, come attestano del resto risultati e fioritura di talenti, porta avanti dal 2009 il progetto “Genoa Future Football”. L’obiettivo è avvicinare, in Liguria e in altre regioni, i giovani alla pratica e ai valori dello sport, agevolando l’affiliazione di scuole calcio di società non professionistiche, per individuare e pescare i campioncini di domani. In questo arco di tempo il numero di consociate, a cui sono destinati kit e programmi di aggiornamento, è salito a tredici in città e nelle riviere. Più di di cinquanta invece su tutto il territorio italiano, battuto in lungo e in largo dai talent scout. Nuove richieste di affiliazione pervengono a gettito continuo, quantunque non sia facile soddisfarle per preservare gli standard organizzativi.

E per sapere dove si terrà il prossimo evento del GFF, sotto la guida del responsabile nazionale Emanuele Crespi, occorre spostare il focus verso sud. Una delegazione è infatti in partenza per Licata, in provincia di Agrigento, dove dal 29 al 31 maggio, presso gli impianti sportivi del Serenusa Village, si terrà l’undicesima edizione del Torneo Internazionale giovanile Acsi “Licata Città di Mare”. La manifestazione è organizzata da Ssd Santa Sofia Calcio Licata, una delle società in contatto con il cub di Villa Rostan. Si esibiranno squadre provenienti da tutta Italia e in arrivo anche da oltre confine. Durante la manifestazione sono previsti incontri con realtà locali e altre consorelle siciliane, per tracciare le linee guida per la prossima stagione. Oltre che prendere visione delle abilità dei partecipanti, alcuni dei quali ospitati di recente in Liguria per espletare provini.

NEWS CORRELATE