Al Ferraris arriva la Lazio, seconda forza del campionato e apertamente in corsa scudetto. Il Genoa è alla ricerca di punti pesanti, dopo i due successi consecutivi. Dopo il fischio finale resta l’orgoglio per la prestazione di cuore e sostanza, che ha permesso di tenere il risultato in bilico fino alla fine. L’inizio è dei peggiori. Dopo due minuti gli ospiti passano avanti con Marusic, che capitalizza la sponda di Caicedo e conclude a rete dopo un paio di sportellate con la retroguardia rossoblù. Al quarto d’ora Perin mette la mano sulla conclusione pericolosa di Caicedo ed evita il raddoppio. Le opportunità per il Grifo passano da numerosi piazzati da posizione laterale, che i piedi di Schone rendono occasioni ghiotte, l’ultima della serie vede Favilli staccare di testa prendendo il tempo a tutti, ma la sfera si infrange sul palo. Il Genoa alza il ritmo e spinge alla ricerca del pari. A cinque dal termine della prima frazione sugli sviluppi di un corner ancora Favilli trova uno Strakosha attento su un tiro potente. Si torna negli spogliatoi, e al rientro in campo la Lazio parte in quarta. Al sesto trova il raddoppio con Immobile, bravo a metterla nell’angolino sul primo palo. Ma le novità nel tabellino non finiscono qui. Cassata riapre il match al decimo con un tiro a giro perfetto sul secondo palo. Entrano subito dopo Falque e Pandev; il Grifo crede nel pari. Le trame offensive si infittiscono, si gioca nella metà campo biancoceleste, ma manca il guizzo in area. A smorzare gli animi la punizione di Cataldi che si insacca in rete a venti dalla fine. Lazio avanti di due. Perin si oppone per due volte a Correa, prima con una parata, poi uscendo con tempismo perfetto. Al 90’ il Genoa la riapre ancora, con Criscito dal dischetto. Sono cinque minuti di fuoco alla ricerca del pari. Che non arriva, ma sono applausi scroscianti al termine della partita. Una prestazione da Genoa, tutti hanno dato tutto. 

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Perugia
- VS -
Genoa
27-11-2022 15:00