Ottantuno oggi. Gli ultimi mesi a combattere, ci sono stati segnali di ripresa, dopo l’ischemia che lo ha colpito a tradimento il 20 giugno. Un signore del calcio amato da un pubblico trasversale a colori e bandiere per stile, misura, buon senso. Gigi Simoni ha scritto pagine indimenticabili nella storia del club più antico in Italia, lasciando impronte significative ovunque del suo passaggio. Novantanove presenze e tredici gol da giocatore sotto la Lanterna dal 1971 al ’73 con una promozione. Altre due conquistate da allenatore (1975/76 e 1980/81) per un totale di 306 panchine in rossoblù (85 vittorie, 128 pareggi e 93 sconfitte). Una colonna soprattutto del Genoa sotto le presidenze Berrino e Fossati. Per anni il quartier generale genovese fu la Trattoria Mentana alla Foce. Lì rispondeva al telefono ai quesiti dei giornalisti dopo pranzo. Lì, non distante dalle panchine che videro la nascita della scuola cantautorale, passava memorabili serate in compagnia dei “Trilli”. Chi? O trilli trilli trilli t’æ ciû musse che mandilli. Mandilli no ti n’æ, t’æ ciû musse che dinæ.

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Venezia
- VS -
Genoa
14-08-2022 20:45