Massimo dirigente del club per sei anni. Un imprenditore a tutto campo con interessi in Cile. Era nato a Valparaiso. L’8 luglio del 1920 Guido Sanguineti viene nominato presidente dal Consiglio Direttivo. Raccoglie il testimone da Geo Davidson. Sotto la sua gestione arrivano due scudetti (uno senza subire l’onta di una sconfitta) e, al ‘campo do Zena’, viene costruita la prima tribunetta in legno per il pubblico. Socio fin dagli anni pioneristici, non si perdeva una partita proprio dai tempi di Ponte Carrega, l’impianto predecessore all’insediamento diventato poi definitivo. Lo accompagnava il nonno, Nicolò Bacigalupo, poeta e tifoso rossoblù che dedicò versi ispiratissimi alla città e ai genovesi. In occasione del 50° anniversario della F.I.G.C. venne insignito del titolo di pioniere del calcio italiano. Un riconoscimento al valor sportivo.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Ascoli
- VS -
Genoa
11-12-2022 15:00