Un passo avanti. Forse anche due. Con la palla di gioco. O la palla di vetro in cui proiettava sé e il football nel futuro. Il mister dei mister, William Garbutt (Hazel Grove, 1883; Warwick, 1964), è stato un giocatore sfortunato. Un tecnico capace però di precorrere i tempi. Abbandonò ogni velleità di calciatore, per una lacerazione all’inguine. Stop. Erano gli anni in cui militava nel Blackburn. Il 30 luglio del 1912, colui che diventerà il recordman di panchine nel club di calcio più antico in Italia (424), assume la guida tecnica del Genoa. “I grandi giocatori? Quelli che hanno un coraggio grande, il cuore grande…”. Con lui il calcio, nel Belpaese, fa un salto nell’era del professionismo. Chiama collaboratori certificati, introduce metodi innovativi. E mette sotto la luce del sole uno stuolo di successi. Vince tre scudetti con il Grifone dove ritorna a più riprese. Allenerà anche la Nazionale Italiana. William Garbutt. Il mister dei mister.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Parma
- VS -
Genoa
05-02-2023 16:15