Una famiglia di artisti. Uno stadio che ricorda qualcosa di caro e vicino. Lui è Leo Gassmann, due n finali. Lo stadio è il “Tempio”, il Luigi Ferraris. E’ qui che il cantautore, vincitore del Festival di Sanremo 2020 tra le nuove proposte, concorrente e poi ospite del talent “X Factor”, ha registrato il video che valorizza l’ultimo singolo “Mr. Fonda”. Fa parte dell’album “Strike”. Al centro del campo con il microfono e il gruppo di musicisti. Seduto sopra la traversa di una porta, poi a rincorrere il pallone. E’ un omaggio a nonno Vittorio che tifava Genoa – era nato nel quartiere di Struppa – e coltivò simpatie per la Roma dopo il trasferimento. “Ho scelto il Ferraris perché era la sua città. Lo stadio vuoto serve a portare il messaggio del periodo che stiamo vivendo, in genere è un luogo di aggregazione, dove la gente vive e cerca di portare dei valori migliori alla realtà”. A 20 anni appena suonati, è il caso di dirlo, sta bruciando le tappe e scrollandosi di dosso il peso del cognome, ammesso e non concesso che sia un peso. Il profilo Instagram vanta 264mila follower. Si è diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia e tifa Roma. Però chissà che sotto sotto, grattando sotto il giallo e rosso, non affiori uno strato di rosso e blu. Il dna c’è.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Genoa
- VS -
A.S.Cittadella
04-12-2022 15:00
Stadio Luigi Ferraris