Il portiere dei record. Mario da Pozzo, da Legnago, classe 1939. Con la maglia del Grifone in Serie A, erano gli anni Sessanta a pane, calcio e poi rock & roll, non prese gol per otto partite più 61 minuti di un match con l’Inter, giocato a nascondino tra la nebbia pastosa di San Siro. Partita sospesa. Ergo: 791 minuti senza girarsi alle spalle per raccogliere il pallone nella porta. Con quella del Mantova, in seguito, resistette altri 878’ nel campionato cadetto 1970/71. C’è chi può, lui può. Una striscia di inviolabilità in rossoblù, dove rimase quattro stagioni vincendo due volte la Coppa delle Alpi (1962 e 1964), tratteggiata dal rigore trasformato dal bolognese Haller, sino a quello realizzato dal fiorentino Hamrin il 26 gennaio del 1964. Da cima a valle. Tra discese ardite come una retrocessione, e risalite agognate come una promozione. 122 le presenze sotto la Lanterna in campionato. Uno da Genoa tra compagni da Genoa. Da Locatelli a Meroni, da Baveni a Pantaleoni, Occhetta e Rivara.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Parma
- VS -
Genoa
05-02-2023 16:15