“La nostra stagione? Sappiamo che dobbiamo fare meglio di quanto abbiamo fatto fino a ora in campionato. Vogliamo salire in classifica e restarci”. Ciak si gira, Lasse Schone si racconta in un’intervista in onda da oggi su SkySport24.  Parole, azioni e (proverbiali) punizioni di un regista a tutto campo. Il campione danese del Genoa, guarda sempre avanti. Semifinalista dell’ultima edizione della Champions League, giocatore straniero con più presenze nell’Ajax, dimostra come sia fondamentale trovare sempre nuovi stimoli. Davanti alla grande scritta Genoa Cricket and Football Club del centro sportivo “Gianluca Signorini”, Schone risponde sorridente alle domande di Giorgia Cenni, inviata di SkySport.  E le risposte del regista parlano chiaro: “La serie A non è semplice, è un campionato competitivo, mi piace. Giocare contro grandi club è stimolante, dobbiamo stare uniti, fare gruppo. Sono arrivati anche nuovi giocatori che qui sono già stati, compagni che già conoscono bene l’ambiente, la storia del Genoa e possono aiutare anche lo spirito del gruppo”. Nuove sfide, nuovi compagni. E vecchie abitudini. Perché il Regista è anche un maestro dei calci di punizione. Una specialità che allena anche alla vigilia della trasferta contro l’Atalanta: “Sarà difficile, lo sappiamo, ma partiamo con lo spirito giusto e cercheremo di vincere”.

“Non ho tirato molti calci di punizione dal limite, spero di farlo nei prossimi mesi. Il mio segreto? Tanta pratica: bisogna cercare di ripetere sempre gli stessi movimenti. Ad esempio: posizionare la palla e poi contare sempre gli stessi passi.  In questo modo sai quanti passi fare prima di calciare: bisogna saper leggere il portiere e vedere come posiziona la barriera”. Poi un sorriso, meglio non aggiungere altro. I segreti vanno preservati.

Un’ ultima battuta: “Il mio sogno?  E’ conquistare la salvezza con il Genoa, insieme ai miei compagni, con l’allenatore, tutti insieme”. E i sogni vanno realizzati.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Parma
- VS -
Genoa
05-02-2023 16:15