E’ il giorno della commemorazione delle 43 vittime. Nel silenzio. O tra il suono delle sirene delle navi e delle campane delle diocesi. Tutta Genova si stringe intorno ai famigliari nell’anniversario di una tragedia che ha colpito tutti. Un anno dopo il Ponte Morandi non c’è più. Restano macerie di dolore. Vuoti incolmabili. Insieme alla lezione di civiltà, coraggio, dignità di cui i genovesi, e le istituzioni, locali e non, hanno dato prova. Un nuovo ponte. Forse neanche di lì passa l’idea di individuare il simbolo del riscatto, in una città che ha continuato a macinare numeri record, dal porto al turismo, in mezzo alle code e ai 4mila tir che la attraversano ogni giorno.

 

 

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Ascoli
- VS -
Genoa
11-12-2022 15:00