Al Ferraris si affrontano due squadre rimaste scottate negli ultimi minuti dei match precedenti. Il risultato è una partita attenta da parte degli schieramenti, con poche occasioni e rari sussulti. Una traversa per parte impedisce di scalfire lo 0-0. Il primo squillo è del Grifone. Dopo pochi minuti uno schema su punizione porta al tiro Schöne da fuori area, la conclusione sfila a pochi centimetri dal palo. I felsinei dimostrano di avere personalità, prendono in mano il gioco e pungono con l’ex Palacio. Ci prova Soriano con un tiro fuori dallo specchio. Due minuti più tardi Sansone, favorito da un rimbalzo, è in posizione di offside e l’assistente non esita a sbandierare. Il Bologna tiene il pallino. Il Grifone si fa vedere con una conclusione di Ghiglione neutralizzata a terra da Skorupski, cercando qualche verticalizzazione per innescare Kouamé e Pinamonti. È al minuto 30 che va in scena la più bella cartolina del primo tempo. Punizione dalla destra, l’arcobaleno di Schöne si stampa all’incrocio. L’inizio del secondo è di marca ligure. Dopo quattro minuti Radovanovic apre il goniometro e trova Barreca che stoppa e tira: Skorupski c’è. Al 67’ il mister gioca il cambio: entra Saponara. Versante romagnolo, a essere sostituito è l’ex Palacio, omaggiato dalla standing-ovation del Ferraris. Al 76’ Schöne atterra Soriano in area. Dal dischetto si presenta Sansone che fa il cucchiaio e colpisce la traversa. Il risultato resta inchiodato. Entrano anche Favilli e Pajac. È Soriano a causare qualche brivido, quando all’87’ spara alto da distanza ravvicinata. Triplice fischio. Un punto che si conta.

NEWS CORRELATE

Prossima partita

Ascoli
- VS -
Genoa
11-12-2022 15:00