Neppure il maltempo può spegnere l’entusiasmo dei tremila studenti che alla Fiera Primavera di Genova stanno dando vita a una delle più belle edizioni della Genoa Values Cup. Un impegno che si propaga dal campo del Village, dove si susseguono le partite femminili e maschili, alle aule per lo spirito di condivisione e l’interpretazione dei valori che la manifestazione promuove. Impegno, amicizia, lealtà, passione, integrazione. Intorno a queste coordinate si muovono le giornate e l’impegno degli organizzatori, degli insegnanti, degli accompagnatori a trasferire i concetti base.

La classifica valoriale che incide su quella di carattere agonistico per premiare le scuole che più hanno saputo far loro i messaggi che la Values veicola e sviluppa, è stata anche quest’anno la prefazione allo sviluppo di un racconto che, per quel che concerne albo d’oro e vincitori, resta tutto da scrivere quando il torneo sta iniziando a entrare nel vivo, scremando le squadre che si contenderanno la vittoria nelle finali di domenica. Tra gesti di fair-play e la colorata presenza di spettatori con striscioni e incitamenti, il pallone sta correndo verso la seconda parte della kermesse.

Ci sono ancora quasi una cinquantina di match da giocare, vivere, gustare dentro e fuori il perimetro del terreno di gioco, dove la socialità è di casa tra componenti di scuole e classi diverse, accomunati dalla voglia di divertirsi e di fare tesoro dell’esperienza in corso. Tra le attività di intrattenimento spopola, in tempi di video-giochi è quasi una notizia, il vecchio calcio-balilla: un diversivo che il tempo non ha scolorito. Tutte le news e i risultati sono consultabili quotidianamente sul sito di riferimento www.valuescup.com. Avanti, ragazzi.

NEWS CORRELATE